Intolleranza allo zucchero e alternative migliori

Intolleranza allo zucchero, cosa sapere

Sono sempre più diffuse le intolleranze alimentari e in particolare l’ intolleranza allo zucchero che si trova anche nel latte.

Le forme possono essere molto variabili e si manifestano in varie forme, per questo è necessario sottoporsi a test clinici e bisogna tenere sotto controllo scegliendo accuratamente gli alimenti.
Gli alimenti e le sostanze da evitare sono:

Il glucosio, il saccarosio, il destrosio, lo zucchero di canna, il miele, torte e biscotti, bevande gassate, alcolici, aceto in genere, pizza, cioccolato, analcolici, succhi di frutta e molto altro.

Controllate la lista dei vari ingredienti nei seguenti prodotti:

  • fiocchi di cereali
  • salse in genere
  • ragu’
  • legumi in scatola
  • mais in scatole
  • olive conservate
  • salumi in genere

Contro l’intolleranza allo zucchero, una buona alternativa

Un’ ottima alternativa allo zucchero da aggiungere a qualsiasi cibo dove prima aggiungevamo lo zucchero raffinato normale è il fruttosio, che deriva direttamente dalla frutta.

Intolleranza agli zuccheri: un buon test di intolleranza alimentare dovrebbe poter avere nei suoi referti tutti i tipi di zuccheri alimentari necessari al nutrimento e alla cucina di ogni giorno.

I test della Daphne Lab hanno circa 13 tipi di zuccheri differenti, tra cui il saccarosio, lo zucchero bianco raffinato, a cui si è maggiormente intolleranti; l’aspartame, lo zucchero sintetico i cui studi dimostrano addirittura delle forti correlazioni tra leucemie e abuso di aspartame.

Alternative allo zucchero

Delle valide alternative allo zucchero possono essere: Xilitolo, mannitolo, miele, zucchero di barbabietola, malto, ecc…

Xilitolo

Bestseller No. 1
Dolcificante Zero DulciLight Xilitolo 1kg 100% Naturale Dolcificante Zucchero di betulla Finlandese | Dolcificante Granulato | DulciLight Il sapore naturale dello zucchero.
  • Xilitolo di betulla dalla Finlandia 🇫🇮 🇫🇮 a basso contenuto di calorie 100% naturale. 🌿 🌿
  • Xilitolo prodotto da betulla finlandese 100% non OGM, di provenienza sostenibile, a basso contenuto calorico e naturale. Viene prodotto per fermentazione
  • Il dolcificante granulare si scioglie come lo zucchero, conferisce volume, consistenza e dolcezza alle vostre ricette, si usa per la cottura in pasticceria, può essere consumato anche negli alimenti per diabetici, vegani, vegetariani e celiaci.

Mannitolo

Miele

Bestseller No. 1
Agrisicilia Miele Millefiori Da Agricoltura Biologica - 300 g
  • Confezione da 300 g
  • Colore dal giallo intenso tendente all'ambrato
  • Cremoso dal sapore aromatico e intenso

Zucchero di Barbabietola

Bestseller No. 1
Zucchero grezzo di barbabietola Italia Zuccheri confezione contenente 3 pacchi da gr 750 cad
  • Zucchero Nostrano grezzo di barbabietola 100% italiano derivato dalla barbabietola, anziche' dalla canna da zucchero. lo zucchero Nostrano garantisce la qualita' e la genuinità tipiche del made in Italy tracciato dal campo alla tavola, presentando caratteristiche tattili e organolettiche simili a quelle dello zucchero di canna.
  • reserva integro l'aroma del succo madre della barbabietola grazie a un processo innovativo chiamato lavorazione rispettosa, che agisce attraverso l'azione combinata di pressione e temperatura, per uno zucchero grezzo dal colore ambrato e dal gusto armonioso, perfetto nelle bevande e nei dolci. Confezione contenente tre pacchi da Gr 750 cad
  • Si dichiara che lo zucchero non contiene ingredienti potenzialmente allergenici in accordo con la Direttiva 2003/89/CE e con il Regolamento (UE) 1169 del 25/10/2011 Annex V. Si dichiara, inoltre, che non essendo presenti negli impianti produttivi sostanze allergeniche o cereali contenenti glutine, non sussiste il pericolo accidentale di “Cross Contamination”.

Anche il lattosio è uno zucchero con una dolcezza di circa un terzo del normale zucchero di cucina ed è contenuto nel latte ed in tutti i suoi derivati. E’ composto da due particelle più piccole, il glucosio ed il galattosio.

L’intestino non può assorbire il lattosio come si presenta, ma deve preventivamente dividerlo nei suoi due componenti base e questo compito è assolto dalla lattasi. In assenza dell’enzima, il lattosio resta indigerito nell’intestino ed è attaccato da batteri e altri microrganismi, i quali lo fermentano producendo scorie che causano i sintomi, come la nausea o i gas (metano, idrogeno).

Lascia un commento

MIGLIOR BRUCIA GRASSI 2022SCOPRI DI PIU'