Melanina: cos’è, a cosa serve e integratori consigliati

Si sente spesso parlare di melanina, soprattutto quando sta per arrivare la bella stagione e si incomincia a pensare all’abbronzatura. Ma cos’è la melanina e a cosa serve?

Fare un po’ di chiarezza aiuta a capire anche in che modo stimolarla, ad esempio. Per questo motivo è utile capire un po’ di più in merito non solo al ruolo della melanina nel processo di abbronzatura.

Cos’è la melanina

Definiamo come melanina quell’insieme di pigmenti naturali della pelle prodotti dai cosiddetti melanociti. Si tratta di pigmenti che sono in grado di colorare l’epidermide ma anche capelli, iride e così via. Tutto varia, naturalmente, in base al proprio fenotipo, al proprio fotipo e ad altre caratteristiche dell’individuo.

Quando si parla di colore della pelle sono da fare alcune precisazioni. Come detto, infatti, quest’ultimo è dovuto alla presenza della melanina ma non solo. Anche l’emoglobina influisce sulla colorazione della pelle, donandole quel tipico colore rosato. Si deve, inoltre, sottolineare che anche i pigmenti carotenoidi che si trovano all’interno degli alimenti gialli o arancioni possono determinare il colorito dell’epidermide. Questo significa che chi consuma molti peperoni, pomodori, carote e altri alimenti di questo colore è più portato ad avere una colorazione giallastra.

A cosa serve la melanina

Se si cerca di capire a cosa serve la melanina si deve innanzitutto sottolineare che quest’ultima proteggerespinge le radiazioni solari. Funge, in poche parole, da filtro contro quelli che sono gli effetti dannosi dei raggi solari e questo è un compito non da poco.

Non solo. Sebbene questo sia il compito più noto della melatonina, non è di certo l’unico. Cosa significa? Che la melatonina serve anche a molto altro. Essa può, infatti, andare a impedire la formazione dei radicali liberi. Questi si formano sempre a causa dei raggi ultravioletti, ma è utile capire perché andare a neutralizzarli. I radicali liberi hanno un effetto deleterio non solo sulla pelle, dato che velocizzano l’invecchiamento cutaneo, ma anche su alcune malattie degenerative. Questo significa che potrebbero peggiorare delle patologie di non poco conto.

Ricordiamo anche che la melanina protegge non solo la pelle bensì anche gli occhi. In che modo? Per molti questo passaggio potrebbe non essere immediato, eppure la melanina ha il compito di raccogliere i raggi solari facilitando l’assorbimento della luce all’interno dell’occhio.

Quanto detto ci fa capire che, al di là del colore della pelle e dell’abbronzatura, la melanina ha un ruolo veramente importante ed è per questo che è utile capire come assumerla e quando possono essere utili gli integratori.

Alimenti per integrare la melanina

Oltre agli alimenti ricchi di carotenoidi, quali sono gli altri cibi da consumare per integrare la melanina attraverso l’alimentazione?

Il cibo è la benzina del nostro organismo e ci porta una serie così vasta di vantaggi che è impossibile non conoscere quali sono gli alimenti da preferire per stimolare la melanina, per migliorare la circolazione, per far stare bene il fegato e così via. Includere nelle nostre abitudini alimentari il consumo di frutta e verdura in grado di proteggere la pelle e di stimolare la melanina porterà al nostro organismo un alto grado di benessere.

Grazie a determinati cibi, che andremo a vedere nello specifico, possiamo sia aumentare le difese del nostro corpo e lottare contro i radicali liberi.

Innanzitutto, si devono consumare cibi ricchi di acqua ma anche di vitamine e di sali minerali. Assieme a fibre e potassio sono utili per assicurare idratazione e non solo. Anche la frutta e la verdura ricca di betacarotene è molto utile. Parliamo, quindi, di albicocche, meloni e altri frutti a polpa gialla. Oltre a stimolare la melanina e a contrastare i radicali liberi, il betacarotene aiuta a stimolare il sistema immunitario. Bene anche broccoli, spinacicavoli e i cibi verdi in generale: contengono molte vitamine che salvaguardano la pelle dall’invecchiamento. Ottimo anche il licopene contenuto nei pomodori, nell’anguria. Sì a mirtilli, ciliegieuva nera.

Si tratta di alimenti, ortaggi e frutta, molto gustosi che di certo non dispiacerà inserire nella propria dieta quotidiana in modo tale da permettere al nostro corpo di avere una dose extra di melanina.

L’alimentazione come si può notare, viene sempre in aiuto. Attraverso ciò che mangiamo possiamo introdurre nel nostro organismo nutrienti e sostanze in grado di migliorare il nostro benessere. Per questo motivo, come spesso si dice, seguire una dieta sana ed equilibrata è il primo passo per stare bene e per sentirsi meglio. La salute, quindi, parte proprio da ciò che mangiamo e da ciò che decidiamo di portare in tavola.

Integratori per stimolare la melanina: quali preferire

Esistono degli integratori specifici per la pelle che possono essere assunti al fine di stimolare anche la produzione della melanina. Questi integratori sono anche definiti come stimolatori di melanina e se ne consiglia l’utilizzo specialmente nel periodo precedente a quello dell’esposizione al sole.

Si tratta, nella maggior parte dei casi di integratori a base di zinco, di selenio, di vitamina A, di beta carotene, di vitamina E e di licopene. La scelta è molto ampia, perché ce ne sono diversi in commercio ma, senza dubbio, quelli preferiti dalla maggior parte degli utilizzatori contengono carotenoidi e, quindi, licopeneluteinaastaxantina. Ma non solo: molto apprezzati anche quelli con all’interno attivi che proteggono il DNA cellulareprobiotici.

Come sempre, quando si tratta di integratori alimentari è molto importante andare a ricordare che questi ultimi fungono da integrazione all’alimentazione e non sono in alcun modo una sostituzione della stessa. Occorre, quindi, equilibrare quello che si mangia e l’eventuale presenza di integratori naturali, così da stimolare al meglio la melanina e le sue funzioni positive per il nostro organismo e la nostra pelle.

Se si hanno dei dubbi o delle allergie, o patologie particolari, è sempre il caso di discutere con il proprio medico di base la possibilità di assumere degli integratori alimentari con l’obiettivo di intensificare la melanina. In tutti gli altri casi, l’utilizzo moderato e in base a quello che viene consigliato per ogni singolo prodotto, non ha controindicazioni di sorta.

 

Lascia un commento

MIGLIOR BRUCIA GRASSI 2022SCOPRI DI PIU'